I POLIMERI VICTREX™ PEEK HMF SODDISFANO I REQUISITI RICHIESTI DI LEGGEREZZA ED AFFIDABILITÀ

L’aggiunta di fibre ad alto modulo (HMF - High Modulus Fibers), su materiali VICTREX PEEK ad elevato scorrimento, offre proprio quella forza e rigidità che i progettisti cercano e che normalmente trovano in metalli come acciaio, alluminio, titanio, ottone e magnesio utilizzati nei sistemi aerospaziali, così come per i macchinari usati nell’industria, nei semiconduttori e nelle attrezzature medicali.

I POLIMERI VICTREX™ PEEK HMF SODDISFANO I REQUISITI RICHIESTI DI LEGGEREZZA ED AFFIDABILITÀ

L’aggiunta di fibre ad alto modulo (HMF - High Modulus Fibers), su materiali VICTREX PEEK ad elevato scorrimento, offre proprio quella forza e rigidità che i progettisti cercano e che normalmente trovano in metalli come acciaio, alluminio, titanio, ottone e magnesio utilizzati nei sistemi aerospaziali, così come per i macchinari usati nell’industria, nei semiconduttori e nelle attrezzature medicali.

Poiché le attuali tendenze a livello globale vedono il perdurare di una forte focalizzazione sulla leggerezza dei componenti al fine di risparmiare carburante, snellire la produzione e migliorarne l’affidabilità, i progettisti devono specificare materiali plastici adeguati e in grado di assicurare le stesse prestazioni dei metalli tradizionalmente usati. Per oltre trent’anni, i polimeri standard VICTREX™ PEEK in versione non caricata, o additivata con fibre di carbonio o di vetro, hanno dimostrato la propria efficacia eliminando il peso in eccesso su dispositivi e sistemi usati in svariati settori industriali e nell’industria aerospaziale. La Victrex, consapevole del fatto che i contesti operativi stanno diventando sempre più estremi, ha quindi posto particolare attenzione all’integrità del materiale come elemento critico per le prestazioni. L’aggiunta di fibre ad alto modulo (HMF - High Modulus Fibers), su materiali VICTREX PEEK ad elevato scorrimento, offre proprio quella forza e rigidità che i progettisti cercano e che normalmente trovano in metalli come acciaio, alluminio, titanio, ottone e magnesio utilizzati nei sistemi aerospaziali, così come per i macchinari usati nell’industria, nei semiconduttori e nelle attrezzature medicali.

Unici nel portfolio Victrex, i polimeri VICTREX PEEK HMF si basano sulla formulazione della serie 90, già utilizzata per produzioni di particolari resistenti e caratterizzati da pareti sottili. “I materiali leggeri come i polimeri VICTREX PEEK HMF consentono non solo di ridurre il peso dei componenti fino all’80% rispetto a metalli come acciaio e ottone, ma offrono anche livelli equivalenti di rigidità e forza dimostrando di poter fornire le stesse caratteristiche di questi metalli,” ha spiegato Stephen Dougherty, Strategic Marketing Manager alla Victrex. “La riduzione di peso e le proprietà meccaniche dei VICTREX PEEK HMF possono potenzialmente portare a livelli di efficienza che in passato non erano ottenibili,” ha aggiunto Dougherty.

Ad esempio, la sostituzione dell’alluminio con i polimeri VICTREX PEEK HMF per elementi come staffe, graffe, dispositivi di fissaggio e altre strutture secondarie, possono ridurre i costi nell’intero arco di vita utile di un velivolo. Considerando gli attuali prezzi del carburante, diminuire il peso di soli 45 chili può consentire ad una linea aerea di risparmiare fino a 4500 sterline annue per ogni singolo aeromobile. Inoltre, le fasi di assemblaggio accurate e veloci, forniscono un ulteriore elemento cruciale per i progettisti che operano nel mercato aerospaziale.

La possibilità di consolidare i componenti con progettazioni altamente funzionali infatti, può rendere l’installazione molto più semplice di quanto non sia possibile con i metalli. Grazie ad una fase di cristallizzazione più veloce e ad una maggiore scorrevolezza del fuso, i gradi HMF basati sulla serie 90 possono contribuire a diminuire i tempi di ciclo e a ridurre i costi di produzione grazie all’efficienza ottenibile tramite lo stampaggio ad iniezione. Tali vantaggi consentono l’alleggerimento dell’intera supply-chain, rendendo più semplice e veloce l’installazione dei componenti, migliorando altresì i consumi a livello produttivo in quanto i velivoli restano sulla linea di assemblaggio per tempi ridotti.

Inoltre, considerando anche le aspettative crescenti a livello di servizio ed attrezzature industriali del mercato aerospaziale, la specifica dei materiali diventa un fattore critico per assicurare un’operatività sicura ed affidabile a fronte di livelli minimi di manutenzione. I polimeri VICTREX PEEK HMF sono stati testati in una vasta gamma di prodotti chimici fra cui fluidi idraulici, carburanti per jet, olio, grassi, lubrificanti e altre sostanze fluide di servizio: tutti contesti operativi che avrebbero compromesso la durata di molti altri metalli e materiali plastici. Infine, la combinazione di prestazioni eccellenti a livello di resistenza alla fatica e di durata anche nel caso di esposizione a temperature di 260 °C, rendono i polimeri VICTREX PEEK HMF altrettanto affidabili quanto i metalli anche nel caso di utilizzo negli ambienti più difficili.