I FILM APTIV™ UTILIZZATI PER PRODOTTI A TESSUTO STIRATO CONSENTONO OPERAZIONI DI FILTRAGGIO AD ELEVATE PRESTAZIONI

La Dexmet ha scelto i film APTIV™ realizzati con il polimero VICTREX™ PEEK per le procedure di stiramento che utilizzano attrezzature e processi speciali e brevettati finalizzati alla produzione di prodotti reticolati aperti con configurazione a forma di diamante

I FILM APTIV™ UTILIZZATI PER PRODOTTI A TESSUTO STIRATO CONSENTONO OPERAZIONI DI FILTRAGGIO AD ELEVATE PRESTAZIONI

La Dexmet ha scelto i film APTIV™ realizzati con il polimero VICTREX™ PEEK per le procedure di stiramento che utilizzano attrezzature e processi speciali e brevettati finalizzati alla produzione di prodotti reticolati aperti con configurazione a forma di diamante

La necessità di fornire soluzioni per un numero crescente di contesti particolarmente difficili dal punto di vista della filtrazione nell’ambito aerospaziale e delle industrie produttrici di celle a combustibile, ha portato la Dexmet Corporation - uno dei maggiori produttori di lamiere stirate di precisione, lamine e polimeri - ad aggiungere un polimero ad elevate prestazioni alla propria gamma PolyGrid (*). La Dexmet ha infatti scelto i film APTIV™ realizzati con il polimero VICTREX™ PEEK per le procedure di stiramento che utilizzano attrezzature e processi speciali e brevettati finalizzati alla produzione di prodotti reticolati aperti con configurazione a forma di diamante.

“I film APTIV sono stati scelti per espandere la nostra linea di prodotti ad elevata resistenza termica Poly Grid,” ha affermato Ken Burtt, VP del Dipartimento vendite e marketing alla Dexmet, “ma li consideriamo superiori ai materiali ad alte prestazioni Poly Grid in quanto le loro caratteristiche speciali forniscono resistenza chimica e meccanica combinata con elevate proprietà termiche che risultano particolarmente importanti e vantaggiose in contesti difficili.”

Nelle applicazioni critiche si richiedono tipicamente prestazioni termiche elevate e stabili per filtrare gas o fluidi corrosivi e questo accade nell’ambito dei semiconduttori, dei processi chimici e delle industrie che operano nel settore petrolifero del gas, dove di solito si adottano polimeri come PTFE, PFA ed ECTFE. “Tutti questi materiali presentano eccellenti prestazioni termiche e resistenza chimica ma nessuno è in grado di offrire la necessaria forza meccanica che invece viene fornita dai film APTIV,” ha spiegato Burtt. “La gamma PolyGrid a base di VICTREX PEEK rappresenta la soluzione ideale per soddisfare la domanda continua di nuove prestazioni necessarie ai processi di filtrazione ed è quindi in grado di rispondere a tali criticità.”

Nell’industria delle celle a combustibile, i produttori continuano ad aumentare le prestazioni MEA (Membrane Electrode Assembly) che, per l’appunto, vengono utilizzate nelle celle a combustibile. “I produttori stanno sperimentando membrane realizzate con diversi materiali di substrato in modo da aderire al catalizzatore, che tipicamente, è costituito da una miscela di carbonio e platino,” ha continuato Burtt. “Quindi, è necessario un materiale che possieda elevata resistenza termica ma anche una buona forza meccanica. L’aumento delle prestazioni delle celle a combustibile determina, come conseguenza, la crescita delle pressioni e la forza meccanica della membrana diventa pertanto un fattore critico. Fino ad ora, sono stati usati materiali come i PI e i TFE che però hanno oramai raggiunto i loro limiti prestazionali e, per questo, i film APTIV si sono qualificati come la logica scelta successiva”.

“Quando i tecnici della Dexmet ci hanno contattati, erano già a conoscenza delle caratteristiche del PEEK, ma sono stati sorpresi di poter disporre di un formato di film sottile con le stesse prestazioni,” ha spiegato Tim Herr, Global Films Business Leader alla Victrex Polymer Solutions. “Le caratteristiche dei film APTIV, unite alla loro capacità di processo, costituiscono un vantaggio significativo per i clienti della Dexmet che possono così trovare una soluzione personalizzata in grado di rispondere alle loro specifiche richieste applicative.”

Per ridurre il peso e aumentare l’efficienza, i produttori aerospaziali stanno utilizzando in misura crescente le fibre di carbonio per sostituire l’alluminio in componenti strutturali. “Però il carbonio insieme al rame o alluminio, produce una reazione galvanica che determina la corrosione dei materiali. Per ridurre tale effetto, gli ingegneri strutturali stanno cercando di identificare materiali polimerici diversi che possano fungere da strato di barriera fra la fibra di carbonio e il materiale stirato ha aggiunto Burtt. “I film APTIV rappresentano un’opzione interessante perché sono sottili, resistenti e presentano un’eccellente resistenza termica e proprietà dielettriche. Le elevate caratteristiche termiche sono essenziali quando l’adesione avviene a caldo sui tessuti in fibra di carbonio Infine, l’utilizzo dei film APTIV costituisce un’opzione ancora migliore in quanto riduce ulteriormente il peso.”

La Dexmet utilizza un processo di stiratura di precisione insieme ad una funzione cosiddetta di ‘slit and stretch’ cioè di “taglio e allungamento” in modo da produrre un prodotto reticolato a ”tessuto” ad elevate prestazioni. “Si tratta di un processo molto ben conosciuto,” ha spiegato Burtt. “Ma ciò che fa la differenza è la nostra capacità qui alla Dexmet, di produrre un prodotto stirato su materiali molto sottili, con reticolazioni molto piccole e su larghezze estese. Non esiste nessun altro trasformatore al mondo che possa utilizzare materiali sottili, specialmente film polimerici con spessori inferiori a 0,127 mm e con dimensioni di reticolazione inferiori ai 25 micron.”
Il processo si configura con una variabilità infinita che consente alla Dexmet di personalizzare i prodotti a seconda dei requisiti esatti di prestazione richiesta, sia che si tratti di reticolazione a dimensione aperta (tessuti porosi) prodotti reticolati aperti oppure in funzione peso/area, o dello spessore complessivo

La varietà è il vantaggio principale del processo di stiratura ma un altro aspetto positivo è la resa produttiva in funzione del peso o della unità di misura lineare rispetto al materiale grezzo “Poiché si tratta di un processo di stiratura, la quantità di prodotto finito ottenuta sarà superiore alla quantità iniziale di materia prima. “Diversamente dai processi di perforazione dove, forando il materiale, si determina “un’area aperta” e si generano scarti, nel processo di stiratura la resa viene incrementata e si minimizza lo sfrido,” ha proseguito Burtt. “Il processo di stiratura diventa quindi una soluzione più economica soprattutto quando si utilizzano materie prime di pregio come argento, nichel, titanio e i film APTIV a base di PEEK.”

Un altro vantaggio particolarmente importante nella progettazione di un filtro è rappresentata dal fatto che il materiale è un’unità omogenea. “I filamenti non si muovono contemporaneamente uno contro l’altro e quindi le dimensioni di apertura non cambiano,” ha aggiunto Burtt. “Inoltre, il materiale presenta una geometria tridimensionale che consente una direzione di flusso multipla, aumentando il flusso trasversale mentre riduce la pressione”.

La Victrex Polymer Solutions collabora con i propri clienti ed utilizzatori finali per ottenere i massimi vantaggi derivanti dall’utilizzo dei propri materiali ad elevate prestazioni in PEEK, al fine di ottenere applicazioni affidabili, durature e convenienti dal punto di vista economico. Tutto questo, sostenuto da oltre trent’anni di esperienza, rende la Victrex l’unica società del mondo in grado di offrire un tale livello di supporto specialistico.